Menu Chiudi

Set fumo in stile Crespi

Set fumo stile Crespi anni 70

Set fumo nello stile di Crespi

Produzione: Italiana
Periodo: 1970
Paese produzione: Italia
Essenza principale:
plexiglass
Materiale: plexiglass, ottone e paglia di Vienna
Descrizione: set da fumo composto da posacenere, accendino e scatola in plexiglass, ottone e paglia di Vienna nello stile di Gabriella Crespi
Condizione prodotto:
Prodotto in ottime condizioni, presenta lievissimi segni del tempo.
Dimensioni (cm):
Altezza:
Larghezza:
Profondità:

Gabriella Crespi nasce nel 1922.

Gli anni 50 

La sua attività di designer ha inizio negli anni Cinquanta con una produzione di oggetti, dapprima lampade e sculture, come le piccole “lune” d’acciaio, dove convergono e vengono ritrasformate le suggestioni stilistiche dell’epoca.  

Gli anni 60

Dagli inizi degli anni Sessanta stabilisce un fervido rapporto di collaborazione con la Maison Dior soprattutto in tema di oggetti per la casa e la tavola, e di mobili a partire dagli anni Settanta.

Nel 1968 viene presentato a Dallas il prototipo del suo primo “Plurimo”, in rappresentanza del design italiano dell’epoca.

Gli anni 70

Nel 1970 inizia la collaborazione della figlia Elisabetta, mentre prende il via la produzione della celebre serie dei “Plurimi” – il cui nome è un omaggio all’artista Emilio Vedova – costituita da mobili ‘metamorfici’ (“Tavolo 2000”, “Cubo Magico”, “Tavolo Dama”, “Tavolo Scultura”….), volumetrie che mutano nello spazio, giocate sulle possibilità evolutive di una medesima forma.

Dello stesso anno sono anche i “Caleidoscopi” e le “Lune”, leitmotiv della particolare poetica di Gabriella, sculture che hanno dato inizio a un modo di intervento creativo nel design.

Nel 1972 nasce il “Divano Quick Change” e tra il 1972 e il 1974, la linea “Z”.

Tra il 1973 e il 1974 Gabriella Crespi realizza i suoi lavori a cera persa piu’ significativi, tra cui la serie degli “Animali”, sculture in bronzo dall’approccio fiabesco, che rivelano l’attenzione incessante di Gabriella per il mondo naturale, le collezioni “Gioielli” e  “Gocce Oro”,  colature libere concepite tramite l’antico e prezioso procedimento della cera persa, e la scultura “My Soul”.

Il periodo compreso tra il 1973 e il 1975 vede la nascita della collezione  “Rising Sun”, interamente realizzata in bamboo e ottone, di cui fanno parte le celebri lampade “Fungo”.

Ancora nel 1976  prendono forma i nuovi “Plurimi” (“Ellisse” e “Cubo Tondo”),  la collezione “Sheherazade” e le sculture in pietra.

Dopodichè nel 1978 nasce il “Menhir”, blocco-scultura-libreria a pianta ellittica.

Nel 1979 nasce la collezione “Yang Yin”.

Tra il 1979 e il 1980 vengono realizzati tre nuovi ‘Plurimi'( “Blow Up”, “Eclipse”, “Sit & Sip”) e i due tavoli scolpiti: “Ara ” e “Lunante”.

Please follow and like us:

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *